Giornata mondiale sull’autismo: ma cos’è l’autismo? Rispondono Davide e Selene

A cura di Davide Esposti e Selene Sansone

L’autismo è un disturbo dello sviluppo neurobiologico che impedisce di interagire in maniera adeguata con le persone e con l’ambiente perché implica un deficit della comunicazione verbale e non verbale.

Il disturbo si può manifestare con un’ampia gamma di aspetti e livelli di gravità.

Secondo una stima riferita al 2018 elaborata dagli esperti dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma, solo in Italia, questo fenomeno coinvolgerebbe circa 500.000 famiglie.

L’esordio è precoce (fra i 14 e i 28 mesi) e dura per tutta la vita. Circa il 50% delle persone con autismo presenta anche una disabilità cognitiva. In generale manifestano una particolare attenzione per alcuni stimoli sensoriali, hanno una predisposizione a comportamenti ripetitivi e a routine rigide, ma anche una scarsa attitudine e motivazione all’interazione sociale reciproca.

L’intervento precoce è fondamentale: équipe specializzate e multidisciplinari oggi sono in grado di fare diagnosi già a 2-3 anni, a 4 nelle situazioni maggiormente complesse, per poi adottare il trattamento più idoneo caso per caso.

Per interagire nella maniera più adeguata possibile con queste persone si possono sostenere dei corsi specifici, come ad esempio quello che riguarda lo studio del metodo ABA.

Martedì 2 aprile 2019 si celebra in tutta Italia la dodicesima edizione della “Giornata per la consapevolezza sull’autismo”.

In questa occasione molti palazzi in tutto il mondo si sono accesi di blu!

Leggi la notizia

Se anche tu hai esperienza in merito raccontacela!

Cos'è l'autismo

Davide e Selene – redazione Il Balzo Onlus

Fonte

Ministero della salute
Ospedale Bambino Gesù
Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici

Leggi di più sull’autismo.

Facebooktwittergoogle_pluspinterest